Prima la Comunità -

Case della Comunità. Regione Toscana approva le linee di indirizzo. Focus sull’esperienza “Le Piagge” di Firenze

“Da casa della salute a Casa della comunità”. Si intitola così la delibera che Regione Toscana ha presentato lo scorso 29 ottobre. La giunta regionale ha approvato le linee di indirizzo per la sperimentazione delle Case della comunità con l’obiettivo di farle diventare un punto di riferimento sia per le questioni legate alla salute, sia per le problematiche sociali di ogni cittadino.

Obiettivo di questo progetto-pilota è la creazione di un modello di Casa della comunità da poter estendere a tutta la regione. La sperimentazione avverrà in ognuna delle tre Ausl della Toscana: la Società della salute di Firenze per la Ausl Toscana Centro, la zona distretto Versilia per la Ausl Toscana Nord-Ovest e la Società della salute Amiata Senese, Val d’Orcia e Valdichiana per l’Ausl Toscana Sud-Est. All’interno di queste tre Ausl poi, sono state identificate altrettante Case della salute dove testare il nuovo modello: quelle de “Le piagge” (Ausl Toscana Centro), di Querceta (Toscana Nord-Ovest) e di Abbadia San Salvatore (Ausl Sud-Est).

Leggi la notizia sul portale istituzionale di Regione Toscana: clicca qui

Leggi la notizia su Quotidiano Sanità: clicca qui


APPROFONDIMENTO: LA SPERIMENTAZIONE DELLA CASA DELLA SALUTE A “LE PIAGGE”

Il quartiere delle Piagge, dove si trova l’omonima Casa della salute, è nato negli anni ottanta alla periferia ovest di Firenze, dove furono fatte confluire famiglie in attesa di alloggio popolare e persone con disagio socio-economico ed abitativo, con conseguenti fenomeni di ghettizzazione. Allo stesso tempo il territorio è stato terreno fertile per la nascita di un fermento socio-culturale, che ha permesso la creazione di numerose attività di iniziativa popolare e di associazionismo tuttora operanti sul territorio. 

Ad oggi la struttura ospita numerosi servizi socio-sanitari e amministrativi: medicina generale e pediatria di famiglia, attività specialistica ambulatoriale, infermieri di famiglia e di comunità (servizi ambulatoriali e domiciliari), consultorio ostetrico-ginecologico, consultorio pediatrico, centro consulenza giovani, consultorio stranieri con mediazione linguistica e culturale, ambulatorio vaccinazioni (adulto e pediatrico), salute mentale adulti, salute mentale infanzia-adolescenza, riabilitazione infanzia-adolescenza, dietetica, odontoiatria, punto prelievi (prelievi ematici ambulatoriali e domiciliari, raccolta campioni biologici), diagnostica di primo livello, ambulatori progetto europeo ICARE, CUP e servizi amministrativi, servizi sociali del Comune di Firenze, centro diurno e RSA.

I medici di famiglia che vi operano appartengono al gruppo “Campagna 2018 PHC Now or Never”. Al centro della loro proposta c’è l’idea di un lavoro collegiale basato su interprofessionalità e interdisciplinarietà, sulla prossimità, capillarità e proattività degli interventi sociosanitari, per agire in maniera integrata e coordinata verso i bisogni di salute complessi delle comunità.

Per saperne di più:

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK